Dislipidemia e Frutta Secca – Dott.ssa risponde

Cosa si intende con il termine Dislipidemia?

Per dislipidemia si intende qualsiasi anomalia dei grassi nel sangue, che può portare a conseguenze rischiose: proprio per questo il profilo dislipidemico, ovvero colesterolo e trigliceridi, dovrebbero essere annualmente controllati attraverso gli esami del sangue.

Dislipidemia e alimentazione

L’alimentazione gioca da sempre un ruolo chiave per il benessere e aiuta quindi a prevenire i disturbi del metabolismo lipidico. Scopriamo insieme come prevenire le dislipidemie a tavola.

La frutta secca tra tutti si distingue per le proprietà nutrizionali e salutari (inserite in un contesto di stile di vita sano), infatti, per il basso contenuto di zuccheri e per l’elevato livello di grassi insaturi e steroli vegetali, è in grado di abbassare i livelli di colesterolo LDL, il ‘colesterolo cattivo’ e di alzare i livelli di colesterolo HDL, il ‘colesterolo buono’. 

L’elevato contenuto in fibre (in frutta e verdura, cereali, legumi, frutta secca) aiuta ad eliminare il colesterolo in eccesso legandolo alle feci.

Uno studio del 2010 dimostra che mangiare frutta secca almeno due volte a settimana può ridurre del 23% il rischio di malattie cardiache rispetto a chi non ne consuma, e la quantità giornaliera consigliata è di 30/40g (dose indicativa, perché la quantità è estremamente soggettiva, sulle basi delle esigenze individuali).

Grassi Saturi e Grassi Insaturi

Di grassi saturi e insaturi se ne sente parlare molto spesso, ma qual è la differenza? Quali sono dannosi e quali no?

GRASSI SATURI

I grassi saturi sono un tipo di grasso che si trova principalmente negli alimenti di origine animale, come il burro, il formaggio, la carne grassa e gli oli tropicali come l’olio di cocco e di palma. Questi grassi sono chiamati “saturi” perché ogni molecola di grasso contiene la massima quantità possibile di atomi di idrogeno, il che li rende solidi a temperatura ambiente. L’eccessivo consumo di grassi saturi è stato associato ad un aumento del rischio di malattie cardiovascolari.

GRASSI INSATURI

I grassi Insaturi sono considerati più sani dei grassi saturi perché hanno un effetto positivo sul profilo lipidico del sangue, ovvero sulla quantità e sulla qualità dei grassi presenti nel sangue.

I grassi insaturi si dividono in MONOINSATURI e POLINSATURI. 

I grassi monoinsaturi sono contenuti in alimenti come l’olio di oliva, le noci, olio di arachidi e avocado, mentre i grassi polinsaturi sono contenuti in alimenti come i semi di lino, i semi di girasole, i semi di zucca, i pesci grassi come il salmone, lo sgombro e le sardine. Inoltre, questi grassi includono gli acidi grassi omega-3 e omega-6, che sono importanti per la salute del cuore, del cervello e delle articolazioni.

I grassi insaturi sono definiti grassi buoni perché possono aiutare a ridurre i livelli di colesterolo LDL “cattivo” e trigliceridi, mentre aumentano i livelli di colesterolo HDL “buono”. In questo modo, i grassi insaturi possono aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, come l’ipertensione, l’arteriosclerosi e l’infarto. Inoltre, i grassi insaturi sono anche una fonte di acidi grassi essenziali. Vii spieghiamo più avanti a cosa servono!

La frutta secca migliore contro la Dislipidemia

NOCI

Le NOCI, di qualsiasi varietà, forma e provenienza, apportano un vero beneficio per chi soffre di dislipidemie. Noci cilene, noci del brasile, noci di macadamia: tutte davvero preziosissime!

Sono ricchissime di:

  • VITAMINE B1 e B6, che regolano il funzionamento del sistema nervoso e immunitario e favoriscono la produzione di ormoni.
  • FENOLI. I fenoli sono potenti antiossidanti che aiutano a proteggere le cellule dai danni dei radicali liberi. Inoltre hanno proprietà antinfiammatorie e aiutano a regolare i livelli di zuccheri nel sangue.
  • ACIDI GRASSI. Sono ricche di OMEGA 3 e OMEGA 6, e contengono in particolar modo acido alfa-linoleico (ALA) e acido linoleico (LA), che sono acidi grassi essenziali. Cosa significa? Significa che non vengono sintetizzati dal nostro corpo e che vanno assunti attraverso la dieta. A cosa servono? Aiutano a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari perchè aumentano il livello di colesterolo buono (HDL) e abbassano quello cattivo (LDL). Importantissimi anche per la salute cerebrale, per il cuore e il sistema nervoso.
  • PROTEINE: Le noci sono un’importante fonte di proteine vegetali, ne contengono circa il 15-25%. Sono essenziali per la salute e il corretto funzionamento del corpo, come ad esempio la costruzione dei tessuti e la regolazione del sistema immunitario. Ecco perchè sono importantissime per chi segue una dieta plant-based.

SEMI

Un’altro grande aiuto contro le dislipidemie è dato dai SEMI.

I migliori sono quelli di GIRASOLE, LINO e CHIA. Ma quali sono le loro caratteristiche?

Come le noci sono anch’essi ricchissimi di PROTEINE, FIBRE, VITAMINE e MINERALI, ma anche ovviamente di GRASSI INSATURI che vanno sempre ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo e ad alzare quello buono.

Inoltre i semi sono ricchi di LIGNANI, degli elementi naturali rinomati per le loro proprietà antiossidanti e antinfiammmatorie.

I migliori, però, sono i SEMI DI GIRASOLE, che contengono al loro interno anche i FITOSTEROLI: dei composti vegetali presenti in molte piante e cereali che sono noti per la loro capacità di assorbire il colesterolo nell’intestino tenue.

Meglio frutta secca intera o sono ideali anche le creme di frutta secca?

Non serve fare distinzione quando si tratta di creme di frutta secca 100%. 

Non c’è nemmeno un momento migliore in cui mangiarle: la frutta secca e le creme di frutta secca sono perfette anche per chi soffre di ipercolesterolemia in qualsiasi momento, basta fare attenzione e rispettare le giuste quantità!

Infatti, se non si preferisce la frutta secca vera e propria, si può optare per creme spalmabili 100%, che si possono aggiungere facilmente a colazioni e spuntini per un risultato super nutriente. 

L’unico dettaglio a cui fare attenzione:la composizione della crema, è fondamentale che sia 100% frutta secca!

Le creme spalmabili che offriamo sul nostro shop. infatti, sono tutte 100% frutta secca. Se invece vuoi scoprire di più sulle nostre creme di frutta secca non ti resta che leggere il nostro articolo QUI

Nell’ambito di uno stile di vita equilibrato la frutta secca è importantissima, quindi il mio consiglio è quello di sceglierla di qualità e non salata, per ottenere i maggiori benefici per la salute, in particolare per l’apparato cardiovascolare.

Iniziamo con la prevenzione a tavola!

Per maggiori informazioni, guarda il video su YouTube 👇

Francesca Ferrone

 

Pubblicato dalla Nutrizionista Francesca Ferrone.

Il tuo Carrello
Accedi

Non hai ancora un account?

Ricevi Anacardi e Mandorle pralinate in OMAGGIO!

Ti basterà iscriverti alla newsletter per ricevere via mail il nostro codice omaggio. Ti aggiorneremo su tutte le attività e promozioni.

Inizia a digitare per effettuare una ricerca.