Spedizione gratuita da 40 € - Scegli omaggi a partire da 25 €

Spedizione gratuita da 40 € Scegli omaggi a partire da 25 €

Superfood: come la frutta secca aiuta il cuore

Molte persone mangiano la frutta secca solo durante le festività natalizie. Eppure si tratta di un superfood con tantissime proprietà benefiche. Una su tutte: per il cuore. Vi spieghiamo perché e come consumarla.

Siamo cresciuti pensando che la frutta secca fosse qualcosa di speciale, da consumare perlopiù durante le festività natalizie, oppure come ingrediente in qualche piatto tradizionale. Oggigiorno il suo consumo si sta diffondendo e non si può che esserne felici. I benefici sulla salute della frutta secca, infatti, sono tanti e disparati.

Oggi vogliamo indagare su uno dei più importanti: la sua capacità di ridurre il rischio di contrarre patologie cardiovascolari. Non a caso la frutta secca viene anche consigliata a chi ha disfunzioni cardiache.

Uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine, condotto dai ricercatori delDana-Farber Cancer Institute e della Harvard School of Public Health, ha, infatti, scoperto che la frutta secca ha un incredibile effetto sull’aspettativa di vita.
“Il vantaggio più evidente è stata una riduzione del 29% delle morti per malattia di cuore (il killer numero uno)”, ha spiegato il prof. Charles S. Fuchs, direttore del Gastrointestinal Cancer Center al Dana-Farber.

LA FRUTTA ALLEATA DEL TUO CUORE
Nella ricerca pubblicata dal New England viene detto che il consumo costante (sempre nelle dosi adeguate) di frutta secca porta a maggiori livelli di colesterolo buono, grazie alla ricca presenza di omega 3 e omega 6. Non solo, uno dei suoi principali nutrienti, la vitamina E, è anche l’antiossidante per eccellenza! Infatti, il suo consumo regolare sembrerebbe limitare l’aumento della pressione arteriosa abbassando, anche, il colesterolo cattivo.  Inoltre, unita alla presenza di arginina (aminoacido), contribuisce al mantenimento ed elasticità delle arterie, ostacolando la formazione di coaguli.

Lettura consigliata: Frutta secca, quando mangiarla per il massimo dei benefici.

QUALE FRUTTA SECCA?
Tuttavia bisogna fare una precisazione: non tutta la frutta secca ha queste proprietà! Ti consigliamo, infatti, di andare nel tuo negozio di fiducia o nel nostro shop online Makadamia, dove puoi essere sicuro di trovare la migliore frutta secca e disidratata, senza aggiunte di zuccheri e non fritta. Sulla pagina del “Crea il Tuo Mix”, ad esempio, sei guidato dal nostro algoritmo nutrizionale che ti mostra i benefici del mix che stai creando, in tempo reale.
Consigliamo Noci e mandorle come più indicate. Sono, infatti, ricche di acidi grassi omega-3 e omega-6. Grassi che proteggono le arterie migliorando la circolazione e diminuendo, così, il rischio di infarto e arteriosclerosi. La ricerca pubblicata nel New England ha anche dimostrato quanto le noci lubrifichino il cuore grazie ai polifenoli. I polifenoli (flavonoidi) sono, tra l’altro, anche contenuti in buone quantità nella Cioccolata Fondente di Modica. Noi di Makadamia abbiamo creato un’intera sezione di mix composti da Frutta Secca, Disidratata e Cioccolata Fondente al 70% di Modica IGP.

Fanta Choco

Oltre a noci, mandorle e affini, ci sono altri cibi ricchi di Omega 3 che dovrebbero far parte di una dieta varia ed equilibrata: Gli omega 3 salva-cuore si trovano anche in altri alimenti, come il pesce ed in particolare il pesce azzurro (alici, merluzzi, sgombri ecc.). Anche i semi della zucca ed i semi di lino ne sono ricchi. Questi ultimi in particolare sono un vero e proprio toccasana, in questo articolo puoi scoprire gli altri benefici.

Per la salute cardiovascolare, noi di Makadamia abbiamo dedicato un mix funzionale apposito: il MIX ESSENCE, composto da GOLDEN BERRIES, MIRTILLO, NOCI CALIFORNIANE, NOCI PECAN.

Mix Essence
QUANTA FRUTTA SECCA?
Importantissimo è non esagerare nelle quantità. Infatti, la frutta secca ha un alto apporto calorico. I nutrizionisti consigliano una manciata di 30 o 40 g al giorno, che ritengono sia la quantità giusta per ridurre i rischi per il cuore del 30% e non vedere conseguenze sul peso ponderale.

Vuoi saperne di più su dosi e mix consigliati? Visita il nostro bloge scopri Le giuste porzioni giornaliere.

Potrebbe interessarti:

Il tuo Carrello

Accedi

Non hai ancora un account?

Inizia a digitare per effettuare una ricerca.